martedì 8 novembre 2011

TORTE IN PDZ: TUTORIAL.

In questi ultimi giorni ho fatto delle torte di compleanno in pasta di zucchero, ed ho avuto l'idea di documentare con le foto e postare le ricette del lavoro svolto.
È divertente e facile provare per credere!
Per prima cosa ho preparato la crema per farcire il pan di spagna ed ho optato per una ganache al cioccolato, ma se ne possono usare di qualsiasi tipo: crema pasticcera, simil rocher, alla frutta, al cioccolato bianco, di mascarpone, al caffè, di ricotta, insomma scegliete quella che vi piace di più.
Ecco gli ingredienti:
Ho sciolto separatamente i due tipi di cioccolata

In un pentolino ho messo il latte, il burro, il miele e  a fuoco bassissimo ho fatto sciogliere il burro stando attenta a non fare bollire gli ingredienti, è importante che la temperatura non superi i 60°C
Ho tolto dal fuoco ed ho aggiunto il liquore, io ho messo il Maraschino ma si può scegliere il Rhum o qualsiasi altro tipo, però se la torta è destinata ai bambini sarebbe meglio sostituire il liquore con pari quantità di latte. Subito dopo ho unito le due cioccolate separatamente e montato con la frusta fino a quando si è raffreddata, in questo modo la crema si è gonfiata.
Adesso la crema è pronta ma non può essere usata subito perché ha bisogno di riposare per 12 ore, non va messa in frigo perché altrimenti diventa dura.

PAN DI SPAGNA
Per fare il pan di spagna ho usato:
150 gr. di Zucchero
6 uova
80 gr. di Farina 00
80 gr. di Fecola di patate
1 bustina di Vanillina
Ho separato i tuorli dagli albumi e ho montato questi ultimi a neve fermissima
Dopo ho unito lo zucchero ai tuorli ed ho montato anche loro facendoli diventare così
Fatto questo ho unito gli albumi montati a neve a cucchiaiate mescolando piano per non far smontare tutto, e sempre mescolando piano ho unito prima la farina e poi la fecola.
Ho infornato a 180°C e fatto cuocere per 40 minuti esatti senza mai aprire il forno per non far sgonfiare.

LA BAGNA
Adesso che il pan di spagna è pronto passo alla bagna, come le creme di bagne ne esistono un infinità ma io ne ho fatta una classica
200 gr. di Acqua
100 gr. di zucchero
la buccia di 1 limone
100 gr. di Liquore
Mettere sul fuoco l'acqua con lo zucchero e la scorza di limone e portare ad ebollizione mescolando, far raffreddare ed aggiungere il liquore.

PASTA DI ZUCCHERO
450 gr. di zucchero a velo
50 gr. di miele
5 gr. di colla di pesce
30 gr. di acqua minerale naturale
 Ho ammollato in acqua fredda per 10 min la colla di pesce e dopo in un pentolino a fuoco bassissimo l'ho fatta sciogliere con il miele e l'acqua, bastano pochi secondi non deve riscaldarsi troppo
Ho setacciato lo zucchero nel pozzetto del robot

ed impastato, o meglio il robot ha impastato per me ottenendo questa consistenza
Ho versato sulla spianatoia ed impastato aggiungendo zucchero fino ad ottenere una pasta così

Adesso che abbiamo preparato  tutto quello che ci serve, passiamo all'assemblaggio


Prima di mettere la PdZ bisogna spalmare la superficie della torta con uno strato sottile di panna, crema di burro o marmellata per farla aderire bene al pan di spagna


 La PdZ ci permette di decorare nei modi più svariati la nostra torta e ottenere un effetto plastico d'effetto, ma essendo troppo dolce e troppo calorica non sempre è gradita a tutti. O la ami o la odi!

6 commenti:

  1. Che bella! E che buona che deve essere!
    Ciao Assia, ci ritroviamo sul forum delle siciliane creative!

    RispondiElimina
  2. Ciao Assia, che bella torta!
    anche io ho da poco concluso un corso di pasticceria tradizionale e di pasta di zucchero se ne parlava, ma pochino.QUesta tua spiegazione la rende semplice.La provero'.
    Grazie per essere passata dal blog e ti rispondo qui in merito alle decorazioni di natale, anche io sono ancora impantanata ma più per assenza di voglia.
    A presto sul forum!

    RispondiElimina
  3. Ciao Rosa grazie!
    Rosy: mi piacerebbe molto frequentare un corso di pasticceria, ma li fanno tutti al nord?
    Per quel che riguarda il Natale quest'anno mi rifiuto!!!
    (Dico ogni anno così, non mi crede più nessuno)

    RispondiElimina
  4. Al nord??? :/
    Axia io l'ho seguito a Catania!!è li che vivo!!!:):)

    RispondiElimina
  5. ed io che ero convinta che da noi non ce n'erano...

    RispondiElimina