venerdì 31 gennaio 2014

Pasties

Mi è partita la mania del Burlesque!!! 
Intanto inizio con questi...
Sono in raso e feltro interamente cuciti a mano, poi ho creato una scatolina kit con al centro
 una taschina dove ho alloggiato la colla per applicarli.

martedì 14 gennaio 2014

Il mio pouff Boho Style

Guardate un po' cos'ho trovato su in soffitta?

Uno sgabello che faceva parte del salotto della mia nonnina,
piuttosto rovinato e totalmente da recuperare.


Per prima cosa ho scelto i colori che mi piacevano di più
da questo cumulo di ritagli da tappezzeria.


Poi ho preparato un idea di patchwork su carta da taglio,
ho fatto gli abbinamenti dei colori, e numerato i pezzi.


Ho riportato tutto su stoffa.


Ho fatto le varie prove man mano che univo i pezzi.


E con tanta pazienza e tante prove ho finalmente ottenuto 
questo assemblaggio:


 Ho aggiunto una fascia di passamaneria e rivestito i piedini.

Ed ecco il risultato:

Lato 1
Lato 2
Lato 3
Lato 4
Ecco fatto!




giovedì 9 gennaio 2014

Accorciare un paio di jeans (a mano e a macchina)

SIAMO SUL DRITTO DEL LAVORO 
1- Dopo Aver indossato i nostri jeans e preso la misura facendo il risvolto, mettiamo i nostri jeans sul tavolo e prendiamo i centimetri del risvolto fatto.

 2- Prendiamo la misura dell'orlo originale.
3- Tracciamo una linea misurando i cm del risvolto preso al 
punto 1 e poi prendiamo il doppio della misura dell'orlo originale, quindi tracciamo un'altra linea parallela alla prima.
4- Facciamo un imbastitura a vuoto nella prima linea: ci servirà come segno per dopo. 
5- Tagliamo la seconda linea.
6- Rivoltiamo sul rovescio ed ecco che abbiamo l'imbastitura di prima come segno.
7-Pieghiamo l'orlo appoggiando il bordo tagliato al vivo sopra l'imbastitura.
8- Ripetiamo l'operazione ancora una volta e così facendo l'imbastitura a vuoto andrà a finire proprio in fondo al bordo.
9-CUCITURA A MACCHINA
Risvoltare sul dritto e fare l'impuntura copiando il più possibile quella dell'orlo originale.

10- CUCITURA A MANO Sul dritto del lavoro puntare l'ago da sotto e fare un punto a trattino della stessa misura di quello dell'impuntura originale.
11- Con molta pazienza e senza fretta procediamo da sinistra verso destra, infilziamo l'ago da sotto alla distanza scelta e chiudere infilzando l'ago da sopra nel punto dove inizia il punto che abbiamo fatto prima.




12- Con molta pazienza procediamo pian pianino fino alla fine del lavoro e se ci capitasse di perdere la pazienza facciamo una pausa, pensando che fino al 1800 venivano fatti interi guardaroba senza l'ausilio della macchina per cucire.

Il risultato sarà uguale all'impuntura a macchina e molto resistente. 


mercoledì 1 gennaio 2014

Il mio 2013

Considerando che oggi è il primo giorno dell'anno 2014, essendo sola soletta e bella rilassata davanti al pc mi è venuta voglia di redigere un bel bilancio dell'anno che si è appena chiuso, giusto per fare una considerazione di quello che ho fatto, quello che ho lasciato a metà e quello che è ancora da fare.
Le voci di bilancio sono le seguenti:
  • TEMPO LIBERO
  • LAVORO
  • FAMIGLIA
  • AMICIZIA
  • SALUTE
Andrò ad esaminare questi gruppi che a loro volta, se necessario, si divideranno in sottogruppi, ok iniziamo e vediamo cosa ne esce fuori...
TEMPO LIBERO 
Confesso che questa è la voce che mi piace di più perchè quando sono libera e in casa non mi annoio quasi mai quindi decisamente questa voce di bilancio sarà quella più lunga.
  • LETTURE
Quest'anno ho letto ben pochi libri in quanto sono molto lenta nella lettura, sono capace di trascinarmi ovunque un libro anche per mesi, è un modo mio tutto personale di sentirmi in compagnia, evadere dai soliti pensieri... farmi delle opinioni... fantasticare...
Faccio un elenco e scrivo cosa mi è rimasto.

 VIA COL VENTO di Margareth Mitchell              
  Per me è un capolavoro per eccellenza, questo rappresenta il miglior romanzo in assoluto, nonostante la sua complessità storica e la lunghezza non è mai noioso e riesce a tenerti incollata lì fino all'ultima pagina e quasi mi è dispiaciuto averlo finito. Sono rimasta affascinata del personaggio di Rossella O'Hara che, nonostante la sua cattiveria e avidità, ha una forza di volontà senza pari, non si perde mai d'animo e si alza da ogni sua caduta ancora più forte e determinata. 

MILLE SPLENDIDI SOLI di Khale Hosseini                       
Questo libro, che è una testimonianza, mi ha impressionata tantissimo mio malgrado negativamente, parla delle violenze subite dalle donne afghane, in alcuni passi è stato agghiacciante e c'è stato un punto del racconto in cui mi sembrava di sentire il rumore delle percosse, una storia da leggere se si vuole conoscere la reltà dell'incubo in cui vivono queste povere donne. Una vera e propria violazione dei diritti umani, un vero orrore portato avanti da mostri dalle sembianze umane.              

CIME TEMPESTOSE di Emily Bronte  
Qui siamo in pieno stile gotico quindi pane per i miei denti, Heathcliff e Catherine entrambi distrutti dalla loro stessa passione. Heathcliff accecato d'amore è sovrastato dalla gelosia e dall'odio, Catherine quando si rende conto di aver fatto un errore sposando Edgar si lascia morire, gettando Heathcliff nella disperazione più profonda che lo porta al limite della pazzia. Solo la speranza in una vita ultraterrena riesce a dargli  pace solo pochi attimi prima di morire. Che sfiga!

IL GIORNO IN PIÙ di Fabio Volo                            
Questo per i miei gusti non dovrebbe essere su questo elenco, un racconto pieno di banalità e per niente originale, no niente non mi è piaciuto.

AMORE AMARO di Carlo Bernari 
È una raccolta di sei racconti scritti dall'autore con molto distacco quasi come fosse una cronaca di fatti avvenuti. Non mi è piaciuto e l'ho già dimenticato.

IL CONTE DI MONTECRISTO di Alexandre Dumas                    
Edmond Dantès povero Edmond Dantès tradito dagli amici e vinto dalla tua sete di vendetta che ti ha fatto capace di grandi imprese, inganni, intrecci e sacrificato l'amore per Mercedes. Un grande personaggio creato da un eccelso scrittore che essendo un uomo con il suo disincanto nei confronti dell'amore mi ha delusa profondamente con il suo maschilismo. Mette Mercedes **** spoiler ****.

L'AMORE AI TEMPI DEL COLERA di Gabriel Garcia Marquez       
Meraviglia delle meraviglie un incanto d'amore lungo tutta una vita, Florentino Ariza innamorato di Fermina Daza non riesce a disincantarsi da quella donna nonostante le mille occasioni che la vita gli offre per disinteressarsene ed iniziare un amore vero con un altra donna, ma Florentino non ne vuole sentire di ragioni, lui aspetterà imperterrito per tutta la vita, che Fermina si decida a degnarlo di un solo sguardo. Una favola da sogno.    "Florentino Ariza aveva la risposta pronta da cinquantatrè anni, sette mesi e undici giorni con le loro notti."

ALLE SPALLE DELLA LUNA di Maria Rita Parsi
Sarà che non mi piacciono gli scrittori italiani o sarà che ho scelto quelli sbagliati ma una cosa è certa: anche questo racconto è pieno di parole inutili e troppi ghirigori che si vede benissimo che è solo per allungare il brodo. La storia in se è bella e potrebbe anche farti pensare, ma lo stile ammazza tutto il lavoro.

LOLITA di Vladimir Nabokov
 Questo ancora lo sto leggendo e anche se lui è un porco maniaco e pedofilo ormai lo devo finire, almeno potrò dire di averlo letto anch'io e potrò commentare.
  • CUCITO CREATIVO
 Qui sembra che abbia fatto poco a causa della mia incostanza invece ho creato, eccome se non ho creato!
Fate un giro a ritroso in questo blog e troverete un po' di cosine, se volete curiosare nella mia pagina Facebook cliccate qui.
  • MAGLIA
A maglia ho fatto un po' meno e me lo riconosco: uno scaldacollo, un lavoro su commissione e in corso c'è un maglione che non cresce mai, almeno spero di riuscire ad indossarlo prima che finisca l'inverno.
  • PENNELLI E COLORI
Questa per me è una vera novità e visto che ho iniziato shabbizzando una credenza a cinque ante: la cosa potrebbe andare avanti.

LAVORO
Ecco una piccola nota dolente semplicemente per il fatto che ho iniziato a lavorare subito dopo il diploma e non sono mai riuscita a combinare niente, ho trovato solo delusioni e gente che si è approfittata della mia buona fede e dedizione, quindi mi sono sempre ritrovata a ricominciare da capo.
Negli ultimi due anni ho ripiegato su un lavoro stagionale che non è il massimo per me che sono sempre stata abituata a lavorare dietro ad una scrivania da contabile, dopo l'ennesima delusione mi sono dovuta reinventare facendo la bar tender. Che come lavoro è bello per carità! Lavorando mi diverto e faccio del mio meglio anche se riconosco che non sono brava, non so perché ma per quanto io m'impegni non riesco ad essere brava. Poi è solo per la bella stagione e per i restanti 6 mesi rimango a casa, diciamo che avrei desiderato fare altro nella vita. Magari qualcosa in cui riesco meglio.E poi fra qualche anno, da signora quarantenne, non mi ci vedo proprio a servire cocktails dietro il bancone di un lounge bar. Meglio una giovane e fresca ragazza dai lunghi capelli castani (che non sono io).

FAMIGLIA
Qui scenderei troppo sul personale e credo che non sia il caso su un blog, dico solo: Accidenti siamo rimasti in due! 
Ma c'è tanto amore da donare!
Ed il gatto ovviamente.

AMICIZIA
Qui lancio un appello ai miei amici:
 Lo so che sono strana come amica, sono consapevole del fatto che sparisco per lunghi periodi e poi mi ripresento, che non vi cerco e non sono costante. Ma sono così con tutti anche con i parenti,  questo non vuol dire che me ne frego, per me siete tutti incastonati nel mio cuore, vi voglio bene tutti ed ho fiducia in voi. Non ci fate caso.

SALUTE
Ringraziando il cielo sono sana come un pesce!

Il mio bilancio si chiude qui e concludo che sono una ragazza creativa e piena di risorse, la voce tempo libero salva tutto il consuntivo che si chiude in positivo!