lunedì 17 dicembre 2012

La felicità

 Il sale della vita è la felicità, e la felicità esiste: consiste nel darle la caccia. Infine devo ancora chiarire il mistero che chiamano amore. Ma non quello che si divora in un letto, toccandoci: quello che mi accingevo a conoscer con te... Mi manchi, bambino. Mi manchi quanto mi mancherebbe un braccio, un occhio, la voce: e tuttavia mi manchi meno di ieri, meno di stamani. È strano. Si direbbe di ora in ora che il tormento si affievolisca per chiudersi in una parentesi... Davvero ho sofferto così profondamente ed a lungo? Me lo chiedo con incredulità. Una volta lessi in un libro che la durezza di una pena sopportata si avverte solo quando ce ne siamo liberati e, stupefatti, si esclama: come ho fatto a tollerare un simile inferno? Dev'essere davvero così, e la vita è straordinaria: rimargina le ferite a una velocità folle. 
Oriana Fallaci

2 commenti:

  1. Conosco questo libro..è bellissimo...
    1 abbraccio,
    elena

    RispondiElimina
  2. è vero è bellissimo, mi ha aiutata molto a capire ed accettare una perdita così dolorosa che sicuramente non meritavamo.

    RispondiElimina